NFT-Blog.it

Non-fungible token. Guide, Approfondimenti e News.

Infrastruttura non fungibile: Immersione nella tecnologia che sta dietro gli NFT

DiAdmin

Feb 22, 2022 ,

Quando si chiede a qualcuno di descrivere i token non fungibili (NFT), probabilmente descriveranno immagini di scimmie, immagini artistiche delle celebrità o personaggi dei cartoni animati. Gli NFT sono diventati così diffusi che ormai molte persone hanno sentito il termine e potrebbero anche avere una comprensione di base di cosa siano. Blockchain, NFT e Bitcoin – tutto ciò suona un po’ confuso. Ed è comprensibile, perché condividono tutti la stessa tecnologia. Quindi come possiamo aiutare le persone a smettere di confondere gli NFT con delle comuni JPEG?

Tu, essendo la persona gentile che sei, limitati a dargli una pacca sulla spalla e a mandarli per la loro strada. Ma non senza aver prima spiegato alcune cose sul vero scopo dietro questa novità. Perché sapete che – scimmie annoiate e Beeples a parte – la tecnologia degli NFT è molto più versatile e potente di quanto si potrebbe immaginare inizialmente. E se applicata a nuove industrie e accoppiata a tecnologie come l’AR, le possibilità sono infinite.

Cosa fa realmente la tecnologia NFT?

Gli NFT hanno uno scopo d’uso ogni volta che qualcosa nel mondo fisico o virtuale è – o deve essere – unico. Nel termine più semplice possibile, un NFT è un contratto digitale che vive sulla blockchain.

Questo è ciò che permette agli artisti digitali e ai creatori di oggetti da collezione di creare beni scarsi da JPEG che altrimenti potrebbero essere facilmente copiati e incollati in ogni dove. E poiché gli NFT sono memorizzate in blockchain immutabili, non possono essere violati o duplicati.

Ma la tecnologia si estende ben oltre il conio e il commercio di immagini digitali. Prendiamo l’identità, per esempio. Mentre ci sono alcuni esempi di ID digitali rilasciati dallo stato qua e là (vedi Carta d’identità elettronica), non esiste un meccanismo standardizzato che permetta alle persone di creare, possedere e controllare le identità digitali senza fare affidamento su un fornitore terzo. La tecnologia NFT può essere usata per creare identità digitali completamente uniche e crittograficamente sicure sulle quali gli utenti hanno il controllo totale. Questa identità permette anche la proprietà crittograficamente verificabile di proprietà intellettuale, brevetti, diritti di voto, biglietti per eventi e altro ancora.

Oltre all’identità, gli NFT hanno anche una vasta gamma di applicazioni nel mondo commerciale. Gli NFT legati a prodotti sia fisici che virtuali possono essere usati per verificare la loro autenticità. Questo è particolarmente rilevante nel mondo della vendita al dettaglio di lusso. Prendiamo, per esempio, l’industria dei diamanti: L’azienda britannica Diamonds4Crypto sta emettendo NFT per ogni diamante che vende, permettendo ai clienti di assicurarsi della sua autenticità e fornendo loro una prova di proprietà.

AR porta i casi d’uso NFT a un livello completamente nuovo

Usare gli NFT per l’autenticità del prodotto diventa ancora più interessante e importante quando si tratta di indossabili che sono disponibili in ambienti di realtà aumentata (AR) e virtuale (VR). Per esempio, Jesus Calderon è un designer che crea e vende orologi virtuali sotto il marchio di Generative Watches. Gli orologi virtuali di Calderon – che un giorno potrebbero essere indossati da persone che usano AR e avatar che usano VR – sono venduti come NFT.

Gli NFT come oggetti virtuali hanno anche una serie di casi d’uso nel mondo del gioco. Armi virtuali, avatar, veicoli, oggetti indossabili e persino poteri specializzati possono essere tokenizzati, scambiati e venduti. E siccome i giochi AR e VR continuano a diventare più popolari, gli NFT continueranno a trovare sempre più casi d’uso nel mondo dei giochi.

E naturalmente, gli NFT nel mondo dell’arte sono molto più che una novità o un cliché. Sono uno strumento importante che gli artisti possono usare per monetizzare e migliorare il loro lavoro. Per esempio, i creatori che collaborano con il marketplace digitale di Hunt – che permette loro di sviluppare, mostrare e vendere NFT e prodotti di realtà aumentata – possono usare gli NFT per colmare il divario tra arte fisica e design e le infinite possibilità creative che esistono nei regni digitali come il metaverso. Immaginate abbigliamento e calzature che prendono vita quando vengono visti attraverso uno smartphone abilitato all’AR o altri dispositivi; pensate ai dipinti che si animano con la tecnologia AR. Si può anche usare l’AR per appendere l’arte digitale sui muri fisici della propria casa.

L’artista Rannel Ngumuya che mostra il suo NFT su un muro usando l’app di visualizzazione AR di The Hunt.

La linea di fondo è che non dovremmo pensare agli NFT come semplici prodotti, di per sé – piuttosto, dovremmo parlare di loro come sono realmente: un importante elemento infrastrutturale in molte industrie, sia nel mondo fisico che in quello virtuale. E questo è solo l’inizio.

Disclaimer: Gli NFT sono una classe di attività emergente che si sta ancora evolvendo. Le informazioni contenute in questo articolo non devono essere interpretate come consigli finanziari o di investimento. Fai sempre le tue ricerche prima di prendere qualsiasi decisione di acquisto, vendita o scambio di NFT.

Disclaimer

NFTs are an emerging asset class that is still evolving. The information in this article, whether directed at NFTs or other asset classes, should not be construed as financial or investment advice. Always do your own research before making any decision to buy, sell or trade NFTs.

Admin

NFT-Blog.it è un sito di notizie, guide e approfondimenti dedicato alla divulgazione di tutto ciò che ruota attorno agli NFT. La nostra missione è quella di informare e diffondere la conoscenza sui benefici che vengono da queste nuove entusiasmanti esperienze e tecnologie.

Lascia un commento