NFT-Blog.it

Non-fungible token. Guide, Approfondimenti e News.

L’artista russa Olive Allen brucia il suo passaporto per protesta e lo vende come NFT

DiAdmin

Mar 8, 2022

In una notevole dimostrazione di solidarietà, un’artista russa ha bruciato il suo passaporto e lo ha venduto come NFT. Olive Allen, un’artista statunitense, ha bruciato il suo passaporto russo per protestare contro l’invasione dell’Ucraina e anche per scoraggiare il rimpatrio.

Ha fatto un video di tutto il processo e lo ha trasformato in un NFT chiamato ‘Passport Burning’ per raccogliere fondi per beneficenza. L’asta è iniziata il 4 marzo e ha raccolto 3,66 ETH sul mercato SuperRare NFT. I fondi sono destinati a Save the Children International tramite la piattaforma di beneficenza no-profit Giving Block.

Questo rogo di passaporti è stata una scelta coraggiosa dell’artista visiva russa Olive Allen di mostrare il suo sostegno all’Ucraina in questo modo. Significativamente, ha fatto questo di fronte al Consolato Generale della Federazione Russa a New York City. Nel frattempo, era il suo unico passaporto, ma lei non si vede tornare indietro tanto presto.

Perché Olive Allen sta bruciando il suo passaporto e lo sta trasformando in un NFT?

Olivia ha voluto fare questo per evidenziare che non tutte le persone russe sostengono gli atti del governo. Questo è evidente dal numero di persone disposte a protestare in Russia. Nell’ultima settimana, ci sono state diverse manifestazioni in tutta la Russia contro l’invasione. È pericoloso parlare del governo in Russia. Le notizie sono autorizzate dallo stato e le informazioni reali sono difficili da trovare.

In particolare, denunciare il governo è un crimine punibile in Russia. Inoltre, la maggior parte delle persone coraggiose sono state portate via dalla polizia. Tuttavia, Olive Allen ha detto che molte persone hanno subito un “lavaggio del cervello oltre il punto di non ritorno”.

La comunità NFT ha mostrato enorme solidarietà e sostegno all’Ucraina.

Sulla pagina dell’asta di SuperRare, Olive Allen ha scritto: “La guerra in Ucraina è una tragedia che prende la vita di persone innocenti e porta una distruzione devastante. Mi spezza il cuore. Ho bruciato il mio passaporto non perché non amo il mio paese ma perché non credo nella Russia di Putin. Oggi e ogni giorno mi batto per la pace e la libertà”. In totale, 14 persone hanno fatto un’offerta per il NFT, ed è stato venduto per 3,66 ETH.

L’artista russa, Olive Allen ha vissuto negli Stati Uniti per 11 anni, e ora, non sarà in grado di tornare a causa della pubblicità dell’incendio del passaporto. Lei sa che affronterà l’arresto non appena scenderà dall’aereo. Ha detto: “Non potrei mai tornare in Russia con il regime attuale”. È una situazione orribile.

Il mondo NFT mostra sostegno all’Ucraina.

Infine, da quando la Russia ha invaso lo stato sovrano dell’Ucraina il 24 febbraio, la comunità NFT ha mostrato una solidarietà incredibile. Ci sono state numerose donazioni da parte delle collezioni NFT, un ampio sostegno per gli artisti ucraini e la creazione di massicci enti di beneficenza crypto. In totale, la comunità ha raccolto oltre 50 milioni di dollari in BTC, ETH e molto altro.

Disclaimer: Gli NFT sono una classe di attività emergente che si sta ancora evolvendo. Le informazioni contenute in questo articolo non devono essere interpretate come consigli finanziari o di investimento. Fai sempre le tue ricerche prima di prendere qualsiasi decisione di acquisto, vendita o scambio di NFT.

Disclaimer

NFTs are an emerging asset class that is still evolving. The information in this article, whether directed at NFTs or other asset classes, should not be construed as financial or investment advice. Always do your own research before making any decision to buy, sell or trade NFTs.

Admin

NFT-Blog.it è un sito di notizie, guide e approfondimenti dedicato alla divulgazione di tutto ciò che ruota attorno agli NFT. La nostra missione è quella di informare e diffondere la conoscenza sui benefici che vengono da queste nuove entusiasmanti esperienze e tecnologie.

Lascia un commento