NFT-Blog.it

Non-fungible token. Guide, Approfondimenti e News.

I ricercatori di Stanford propongono uno standard di token reversibile controverso

DiAdmin

Set 27, 2022

Nel mondo dei calcoli complicati, diversi ricercatori della Stanford University hanno formulato un grande piano per combattere la piaga del furto di criptovalute . Hanno messo insieme un prototipo per uno standard di token reversibile solo opt-in .

A causa del furto dilagante e di un vero e proprio imbroglione, i tipi accademici intelligenti hanno messo insieme la loro potenziale soluzione, ipotizzando due nuovi tipi di token, ERC-20R e ERC-721R da affiancare agli standard Ethereum esistenti. Solo su base opt-in, offriranno un periodo di tempo limitato in cui congelare e potenzialmente restituire eventuali beni rubati.

Attraverso la proposta, i proprietari di NFT potrebbero segnalare qualsiasi transazione senza scrupoli a una cabala decentralizzata di giudici. Possono quindi votare se intraprendere ulteriori azioni in merito agli NFT (o criptovalute) smarriti, tenendo in considerazione tutte le prove di entrambe le parti coinvolte.

L’idea iniziale ha raggiunto gli occhi critici di Twitter di NFT attraverso un Tweet del ricercatore Kaili Wang, che essenzialmente cerca di avviare una discussione su potenziali soluzioni al flagello in corso del furto basato su blockchain. La proposta ha ricevuto risposte contrastanti dai membri della comunità, provocando un sano dialogo nel processo.

Leggi il report >> Qui

Disclaimer

NFTs are an emerging asset class that is still evolving. The information in this article, whether directed at NFTs or other asset classes, should not be construed as financial or investment advice. Always do your own research before making any decision to buy, sell or trade NFTs.

Admin

NFT-Blog.it è un sito di notizie, guide e approfondimenti dedicato alla divulgazione di tutto ciò che ruota attorno agli NFT. La nostra missione è quella di informare e diffondere la conoscenza sui benefici che vengono da queste nuove entusiasmanti esperienze e tecnologie.

Lascia un commento