NFT-Blog.it

Non-fungible token. Guide, Approfondimenti e News.

Tom Sachs e Monaverse uniscono le forze per creare un metaverso intergalattico immersivo

DiAdmin

Mar 2, 2023

“The final frontier”, un’installazione artistica dell’artista americano Tom Sachs, è stata una delle principali attrazioni di NFT Paris. Il più grande evento NFT in Europa si è svolto il 24 e 25 febbraio al Grand Palais éphémère, proprio sotto la Torre Eiffel. Per creare questa opera d’arte, Tom Sachs ha collaborato con la piattaforma del metaverso Monaverse. Monaverse è la principale piattaforma di costruzione del mondo 3D per esperienze social digitali. Abbiamo avuto l’opportunità di incontrare Tom Sachs e il team di Monaverse. Continua a leggere per saperne di più su questa mostra e attivazione rivoluzionarie.

L’ultima frontiera di Tom Sachs, Powered by Mona

“The Final Frontier” è stata un’esperienza davvero coinvolgente. Centinaia di persone, infatti, hanno atteso pazientemente di ottenere un “passaporto spaziale”. Questi passaporti sono stati stampati fisicamente davanti a loro, fornendo l’accesso alla lista consentita del nuovo rilascio NFT previsto per marzo. Attraverso questo, i minatori avranno la possibilità di acquistare un appartamento nelle stazioni spaziali, alcune delle quali basate sull’unità abitativa di Le Crobusier. Poi, una volta iscritti, i partecipanti sono diventati cittadini del metaverso intergalattico . Un avatar è apparso su uno schermo LED gigante (alimentato da Mona) per segnalare questa cittadinanza.

immagine di macchine che stampano un passaporto per una fabbrica di missili all'NFT di Parigi alimentato da monaverse
I passaporti per il metaverso intergalattico sono stati stampati all’NFT di Parigi. 

Cos’è la fabbrica di razzi? 

The Rocket Factory è “un impianto di produzione transdimensionale” immaginato dall’artista Tom Sachs. La collezione è iniziata con una “Test Flight Crew Patch” gratuita. Successivamente, il 1° agosto 2021, Sachs ha rilasciato NFT che rappresentano tre tipi di componenti del razzo.

Inoltre, i possessori che possiedono tre componenti potrebbero richiedere la creazione di una controparte fisica del loro Rocket. Per una commissione di 0,1 ETH, il razzo potrebbe essere lanciato. L’ultimo lancio fisico del razzo è avvenuto lo scorso agosto. Dopo il lancio, il team di Rocket Factory ha recuperato i razzi e ha dato ai possessori tre opzioni. I possessori potevano scegliere di farsi spedire il razzo fisico, donarlo al “Gabinetto del museo” o distruggerlo.

La seconda fase del progetto “la missione”, si è svolta lo scorso giugno, con il lancio di 4997 “Mars rocks”. Ora,  “L’ultima frontiera” è la terza fase del progetto. Svelato all’NFT Paris, ha permesso ai possessori degli NFT di Rocket Factory – o alle persone che hanno coniato un passaporto durante l’evento – di acquistare appartamenti su una stazione spaziale.  

Immagine dell'installazione di The Final Frontier di Tom Sachs The Rocket Factory all'NFT di Parigi, alimentata da monaverse
L’attivazione della Rocket Factory all’NFT di Parigi

Chi è Tom Sachs? 

Tom Sachs, le cui opere sono esposte in luoghi prestigiosi come il Museum of Modern Art di New York, è ben noto per le sue sculture a tecnica mista ispirate alle icone moderne. Ha iniziato a sperimentare con gli NFT già nell’estate del 2021 con il suo progetto Rocket Factory NFT. Sachs ha creato un’esperienza gamificata attorno al concetto di esplorazione dello spazio. “The final frontier” è un’installazione interattiva che invita il pubblico a giocare con l’artista e diventare un membro della comunità di Rocket Factory. 

“Il token digitale è un’espressione dell’arte concettuale, è un altro modo di fare lo stesso tipo di arte che facciamo da oltre trent’anni”, afferma Tom Sachs. “Alla fine degli anni Sessanta gli artisti non sapevano cosa fare, avevano fatto di tutto il possibile. Così hanno iniziato a stabilire delle regole. Yoko Ono, ad esempio, ha iniziato a creare arte con le istruzioni, e la Rocket Factory ne è un’altra forma. È un’estensione di quel tipo di lavoro e continueremo, prima, durante e oltre”.

Utilizzando la piattaforma Monaverse, Tom Sachs ha sperimentato le possibilità offerte dal metaverso, creando un’esperienza completamente immersiva in cui il pubblico è completamente integrato nel processo creativo. Parlando della decisione di lavorare all’interno di Web3, Tom Sachs ha dichiarato:  “La cosa migliore di questo spazio è che per la prima volta nella mia carriera di 35 anni, mi sono sentito parte di una comunità di base. Sembra che sia l’inizio. Tutto è difettoso, il wifi non funziona qui all’NFT Paris e non possiamo inviare messaggi di testo. Ma è così quando c’è qualcosa di nuovo. Stiamo imparando, adattandoci e improvvisando. In futuro guarderemo indietro e diremo, ricordi quando il Wi-Fi non funzionava?

immagine di Tom Sachs in tuta viola che guarda una versione 3d della sua "fabbrica di razzi" nft
Tom Sachs, creatore di The Rocket Factory

Cos’è il Monaverso? 

Monaverse, creato da Mona , è una piattaforma leader nella creazione di mondi 3D che consente ai creatori di immaginare nuove esperienze digitali. Il suo CEO, Justin Mellilo, afferma che mira a “essere il mezzo del metaverso”. “Siamo una piattaforma aperta per risorse 3D decentralizzate ed esperienze immersive. Ci concentriamo sulla creazione degli strumenti e dell’infrastruttura per potenziare i creatori o gli sviluppatori che desiderano lanciare la propria esperienza 3D immersiva”, spiega. 

Con Monaverse, i creatori possono lanciare qualsiasi tipo di esperienza virtuale sulla piattaforma, in un modo davvero semplice. “Hanno solo bisogno di importare le loro risorse 3D nell’SDK di Mona, dove possono usare qualcosa chiamato visual scripting per iniziare ad aggiungere più elementi interattivi alla loro scena. E così, con questo SDK, i creatori possono creare un’intera esperienza di gioco. Può essere un ambiente statico, un mondo di storie, un’arena per spettacoli dal vivo o un pezzo di architettura virtuale… Una volta che le loro risorse sono in questo SDK, abbiamo alcuni strumenti che rendono facile per loro fare clic su un pulsante per esportare la loro scena .”

casella di testo che recita "La missione di Mona è consentire alle persone di tutto il mondo di creare, raccogliere e condividere esperienze immersive della massima qualità sulla blockchain, facendo crescere l'Open Metaverse".
Mona è in missione per far crescere l’Open Metaverse

Nei prossimi mesi, Mona mira ad espandersi nel lato AR. Mona offrirà un’infrastruttura in cui i creatori possono creare esperienze e condividerle su desktop, dispositivi mobili, Web, AR e VR. “Miglioreremo anche la nostra vera app giocabile, nota anche come Monaverse, che ora è accessibile tramite il desktop, ma molto presto avrai anche AR e VR.” 

È chiaro che l’ambizione di Monaverse è quella di essere un attore importante nel futuro di Internet. “Quello che vedremo è che sempre più contenuti 3D si evolvono da quelle pagine web 2D e iniziano a fondersi perfettamente con il mondo che ci circonda attraverso la realtà aumentata o la realtà mista”, crede Justin Mellilo. “Lo vediamo come il futuro definitivo per come Internet e queste esperienze si evolveranno”.

Come è nata la collaborazione tra Tom Sachs e Mona? 

Quando Monaverse ha parlato per la prima volta con l’artista, Tom Sachs, la Rocket Factory stava lavorando a diversi esperimenti per espandere l’universo che circonda la loro collezione di razzi. “Hanno iniziato a consentire agli utenti di coniare questi NFT mars rock”, spiega Justin Mellilo. “È lì che hanno iniziato a pensare di poter consentire ai membri della loro comunità di coniare interi pianeti e mondi da queste rocce di Marte”. 

Tom Sachs ha quindi deciso di creare 11.000 mondi su Mona. “Molti progetti promettono Metaverse da qualche parte sulla roadmap, ma Tom Sachs Rocket Factory sta mantenendo la sua promessa di costruire 11.000 pianeti che la loro comunità può acquistare, possedere e utilizzare come base per esperienze online multigiocatore di massa attraverso Monaverse”, afferma Justin Mellilo . “The Final Frontier è la migliore implementazione di un’esperienza immersiva nel metaverso per qualsiasi comunità che abbiamo visto fino ad oggi.”

Considerazioni finali su “L’ultima frontiera”

The Final Frontier è stata un’esperienza avvincente per i partecipanti di NFT Paris. La visione artistica di Sach, unita alle capacità di Mona come piattaforma, ha creato un’esperienza come nessun’altra. L’installazione interattiva ha mostrato le possibilità offerte dal metaverso. Inoltre, ha creato un’esperienza coinvolgente che ha integrato completamente il pubblico nel processo creativo. Spingendo i limiti dell’arte contemporanea, Tom Sachs ha creato un’opera d’arte concettuale che risuona con i tempi attuali, presentando esperienze che sicuramente dureranno tutta la vita.

Disclaimer

NFTs are an emerging asset class that is still evolving. The information in this article, whether directed at NFTs or other asset classes, should not be construed as financial or investment advice. Always do your own research before making any decision to buy, sell or trade NFTs.

Admin

NFT-Blog.it è un sito di notizie, guide e approfondimenti dedicato alla divulgazione di tutto ciò che ruota attorno agli NFT. La nostra missione è quella di informare e diffondere la conoscenza sui benefici che vengono da queste nuove entusiasmanti esperienze e tecnologie.

Translate »